Trilussa- All’ombra

trilussa

Mentre me leggo er solito giornale
spaparacchiato all’ombra d’un pajar
o vedo un porco e je dico: – Addio, majale! –
vedo un ciuccio e je dico: – Addio, somaro! –

Forse ‘ste bestie nun me capiranno,
ma provo armeno la soddisfazzione
de potè di’ le cose come stanno
senza paura de finì in priggione.

Precedente Rosario Lacrime di Giobbe Successivo Grembiuli da cucina per adulto e bimbo Ricordo Di Roma